Borsa Erasmus Plus per Mobilità studio e traineeship

  • A quanto ammonta il contributo comunitario?
    La borsa di mobilità viene differenziata in base al costo della vita del Paese di destinazione, secondo il seguente criterio definito dalla Commissione europea:
    Gruppo 1 (costo della vita alto): Austria, Danimarca, Finlandia, Francia, Irlanda, Italia, Liechtenstein, Norvegia, Svezia, Regno Unito;
    Gruppo 2 (costo della vita medio): Belgio, Croazia, Repubblica Ceca, Cipro, Germania, Grecia, Islanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Slovenia, Spagna, Turchia;
    Gruppo 3 (costo della vita basso): Bulgaria, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Romania, Repubblica Slovacca, Ex Repubblica Iugoslava di Macedonia
  • A quanto ammonta il contributo comunitario per gli studenti che partono da istituti italiani per una mobilità a fini di studio?
    Per l’a.a. 2014/2015 la borsa è stata fissata a 280,00 euro mensili per la mobilità verso il Gruppo 1 e a 230,00 euro mensili verso il Gruppo 2 e Gruppo 3

MOBILITA’ PER TRAINEESHIP

 

  • A quanto ammonta il contributo comunitario?
    La borsa di mobilità viene differenziata in base al costo della vita del Paese di destinazione, secondo il seguente criterio definito dalla Commissione europea:
    Gruppo 1 (costo della vita alto): Austria, Danimarca, Finlandia, Francia, Irlanda, Italia, Liechtenstein, Norvegia, Svezia, Regno Unito;
    Gruppo 2 (costo della vita medio): Belgio, Croazia, Repubblica Ceca, Cipro, Germania, Grecia, Islanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Slovenia, Spagna, Turchia;
    Gruppo 3 (costo della vita basso): Bulgaria, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Romania, Repubblica Slovacca, Ex Repubblica Iugoslava di Macedonia
  • A quanto ammonta il contributo comunitario per gli studenti che partono da istituti italiani per un’esperienza di tirocinio?
    Per l’a.a. 2014/2015 la borsa è stata fissata a 480,00 euro mensili per la mobilità verso il Gruppo 1 e a 430,00 euro mensili verso il Gruppo 2 e Gruppo 3
  • È possibile usufruire sia della mobilità per studio che della mobilità per tirocinio?
    Sì, i periodi di studio e i periodi di tirocinio possono essere alternati tra loro, sempre nel rispetto della durata massima di 12 mesi per ogni ciclo di studio
  • Quali sono le opportunità per il neolaureato?
    Nell’ambito di Erasmus Plus il neolaureato ha la possibilità di svolgere un tirocinio all’estero entro 1 anno dal conseguimento del titolo, purché la procedura di candidatura e di selezione, nonché l’assegnazione, presso il proprio Istituto abbia luogo prima del termine degli studi
  • Qual è la durata della mobilità per tirocinio per un neolaureato?
    Min 2 mesi e max 12 mesi: nel caso di esperienze di mobilità Erasmus pregresse la durata massima viene calcolata sempre nel rispetto dei 12 mesi di mobilità usufruibili nello stesso ciclo di studio

 

 

Cosa si intende per Mobility

Nel quadro delle attività della Key Acrion 1 l’Agenzia Erasmus Plus sono comprese le mobilità degli studenti a fini di studio. erasmus-plus-logo

“QUALI SONO GLI OBIETTIVI DI UN PROGETTO DI MOBILITÀ?
Le attività nel settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù svolgono un ruolo fondamentale nel fornire a persone di qualsiasi età i mezzi necessari per partecipare attivamente al mercato del lavoro e alla società in generale. I progetti nell’ambito di questa azione promuovono le attività di mobilità transnazionale per gli studenti (studenti, tirocinanti, apprendisti, giovani e volontari)) e per il personale (professori, insegnanti, formatori, animatori giovanili, e persone che lavorano in organizzazioni attive nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù) allo scopo di:

  1. sostenere gli studenti nell’acquisizione di competenze (conoscenze, qualità e atteggiamenti) in modo da
    migliorare il loro sviluppo personale e la loro occupabilità nel mercato del lavoro europeo;
  2. sostenere lo sviluppo professionale di coloro che lavorano nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù in modo da rinnovare e migliorare la qualità dell’insegnamento, della formazione e dell’animazione socioeducativa in tutta Europa;
  3. rafforzare soprattutto le competenze nelle lingue straniere dei partecipanti;
  4. aumentare la consapevolezza e l’accezione dei partecipanti riguardo altre culture e altri paesi, offrendo loro
    l’opportunità di costruire reti di contatti internazionali, per partecipare attivamente alla società e sviluppare
    un senso di cittadinanza e identità europea;
  5. aumentare le capacità, l’attrattiva e la dimensione internazionale delle organizzazioni attive nei settori
    dell’istruzione, della formazione e della gioventù in modo da renderle in grado di offrire attività e programmi
    che rispondano meglio alle necessità degli individui,all’intero e fuori dell’Europa;
  6. rafforzare le sinergie e le transizioni tra apprendimento formale, non formale, formazione professionale,
    occupazione e imprenditorialità;
  7. assicurare un miglior riconoscimento delle competenze acquisite durante periodi di apprendimento all’estero” (fonte: http://www.erasmusplus.it/wp-content/uploads/2014/01/erasmus-plus-programme-guide_it.pdf )